Serie A, Alì Mestrino con luci ed ombre cede di misura al Casalgrande

L’Alì Mestrino non riesce a trovare il bandolo della matassa e, nonostante l’ennesima reazione d’orgoglio nel secondo tempo, viene superato di misura da un Casalgrande che ha avuto il pregio di non mollare nel suo momento peggiore.

Nel primo tempo la squadra di mister Reghellin, orfana del proprio capitano Nichifor per noie fisiche, fatica a trovare spazi nell’aggressiva difesa casalinga e quando li trova non riesce a superare l’imponente Savoca, ma nonostante ciò le squadre restano vicine almeno fino al 16′ (5-3). A questo punto l’attacco mestrinese va in confusione lasciando il pallino del gioco in mano al sette emiliano, che trova ampi spazi nella difesa ospite con Dallari e dilaga fino al +8 su cui si chiudono i primi 30′: 14-6.

Nella ripresa Mestrino si raccapezza e, con nulla da perdere, inizia a macinare gioco e rimontare punto su punto alla formazione di mister Lassouli grazie ad una prestazione sopra le righe della giovanissima Lucarini (classe 2001) e ad una ritrovata solidità difensiva davanti alla porta ben difesa da Braga: al 45′ lo svantaggio è dimezzato (17-13). Casalgrande, in difficoltà con le seconde linee, torna a schierare le titolari ma non riesce a cambiare l’inerzia della gara e Mestrino ne approfitta portandosi a -1 in due occasioni (22-21 al 55′ e 23-22 al 58′). Alle gialloverdi manca tuttavia il guizzo giusto per pareggiare, e le padrone di casa possono tornare a distanza di sicurezza con due reti pesanti di Giombetti, portando a casa l’intera posta in palio col punteggio di 24-22.

Come contro Cassano la scorsa settimana, e come altre volte in questa stagione, Mestrino regala un tempo intero alle avversarie e si trova poi nella spiacevole condizione di dover recuperare lo svantaggio con una reazione tanto notevole quanto dispendiosa in termini di energie, a riprova del fatto che, escludendo le corazzate Salerno e Conversano, tutte le altre squadre siano battibili o quantomeno giocabili: è questo il più grande rammarico stagionale per Mestrino, che ora è obbligato a vincere le prossime quattro gare per trovare una salvezza che sta lentamente ed inesorabilmente allontanandosi, restando però paradossalmente ancora alla portata.

CASALGRANDE PADANA-ALÌ MESTRINO 24-22 (p.t. 14-6)
CASALGRANDE PADANA: Raccuglia 4, Giombetti 4, Kere 4, Franco, Gaddi 1, Furlanetto 4, Dallari 6, Savoca (p), Pranzo, S.Artoni, Bassi (p), A.Artoni, Orlandi, Bernabei 1. All. Yassine Lassouli.
ALÌ MESTRINO: Braga (p), Campagnaro, A.Cazzola, F.Cazzola 2, Cogo 3, Lollo (p), Lucarini 6, Marchionni 2, Marcon, Moretti (p), Pugliese 3, Rauli 3, Sabbion, Stefanelli 3. All. Andrea Reghellin.
Arbitri: Chiarello-Pagaria

Risultati della 21ª giornata.

Classifica dopo 21 giornate.